Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy

ACCETTA

gnatologia, posturologia

Studio Dentistico Dr. Pietro Leone
Studio Dentistico Dr. Pietro Leone

Viale A. Gramsci, 18 - 80122 NAPOLI (Napoli)

Tel: 081 0321190 

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Dr. Piero Puppo
Dr. Piero Puppo

Piazza Unita Nazionale, 19 - IMPERIA (Imperia)

Tel: 0183 290084 

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Dentista a Imperia

Avverti forti dolori alla schiena o alle gambe? Hai mai pensato a contattare un bravo gnatologo, in grado di valutare la tua condizione clinica? La gnatologia posturale è la scienza medica che si occupa dello studio, della diagnosi e del trattamento dei disturbi legati al malfunzionamento della mandibola e dell'articolazione temporo-mandibolare. Solitamente, in questi casi, i pazienti soffrono di disturbi al tratto cervicale della colonna vertebrale, alle fasce muscolari del collo, alle spalle, ma anche di lombo-sciatalgia, dolori alle ginocchia ecc. ecc. Oppure soffrono di disturbi riguardanti il sistema nervoso, la respirazione polmonare e il sistema cranio-sacrale. Un bravo gnatologo, dentista specializzato, analizza attentamente il rapporto tra l'apparato masticatorio e il resto del corpo umano, al fine di mantenere o ristabilire il giusto equilibrio posturale. Lo gnatologo lavora a stretto contatto con il posturologo e l'ortodontista per un benessere generale della persona.

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Centro Odontoiatrico Casalini
Centro Odontoiatrico Casalini

Modena - FORMIGINE (Modena)

Tel: 051830583 

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Sbandamenti e vertigini

L'estrazione dei denti del giudizio potrebbe essere risolutiva?

Soffro da 2 anni di sbandamenti e disequilibrio. Visite e analisi fatte: Elettrocardiogramma, analisi del sangue, risonanza encefalo, esame vestibolare. L'unica risultanza è stata: iporeflessia labirintica destra. Storia: nel 2009 spunta primo dente del giudizio, inizia un leggero disequilibrio... nel 2012 spunta ultimo dente del giudizio in basso a destra... forti dolori e fistola (poi curata) al dente 7° adiacente. Segue dopo qualche mese episodio di forte vertigine soggettiva durato qualche minuto. Da 5 mesi porto un Bite per una disfunzione temporo-mandibolore riscontrata da uno gnatologo, i risultati sono stati evidenti inizialmente, ma ultimamente sembrano riacutizzati. Prossimo passo consigliatomi è l'estrazione dei denti del giudizio e poi eventuale trattamento ortodontico. L'estrazione dei denti del giudizio potrebbe essere risolutiva? il dente su cui è stata riscontrata e curata la fistola ha un ruolo in tutto ciò? Grazie per l'attenzione!

Lei soffre di una alterazione posturale di origine occlusale, il che non è poco. Di origine occlusale perché il bite - essendo un interruttore di contatto - ha cambiato qualcosa che non è stata interpretata, ovvero qualcuno non è stato capace di estrarre una interpretazione sicura. Gli esami eseguiti valgono come un oroscopo fatto a distanza. Dopo 5 lunghi mesi di bite, ha trovato così uno gnatologo che non sa che pesci pigliare. La proposta di togliere gli ottavi e fare ortodonzia solo per provare, è foriera di rischi altissimi. L’ortodonzia per scopo gnatologico in oltre il 50 per cento dei soggetti apre le porte dell’inferno della nevrosi occlusale, che implica un viaggio a Lourdes. Si faccia scrivere tutto dal suo povero gnatologo, il piano d’azione, il tempo, la spesa, e il risultato prevedibile. Chi paga ha diritto di sapere come investe i suoi soldi, per valutare il ritorno in qualità della vita dal suo investimento, e a questo scopo cerchi di collezionare tutte le carte possibili, per aiutare il perito medico legale e l’avvocato che verranno. Secondo il mio parere lei dovrebbe lasciare questo confuso gnatologo, e cercarsi un altro dentista che sia come un cavallo di razza, dalle mani esperte e dalla mente coltivata, e che abbia il coraggio di parlare subito di una soluzione positiva in tempi brevi. Riassunto per iscritto, a futura memoria dell’avvocato. Acconti avarissimi, e pagamento a saldo dopo l’esito. Buona fortuna!

Dott. S. Carpinteri

Questa è una delle risposte date alla domanda “L'estrazione dei denti del giudizio potrebbe essere risolutiva?” presente su Dentisti-Italia.it.

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Clicca Qui